Recenzione su La Vita casalese, 25 novembre 2010

CASALE

FRANCO BALANZINO

 Esce domani, venerdì 26 novembre, nelle librerie un volume originalissimo con un racconto iniziale che introduce nel clima emotivo di chi vive con il «sospetto» e la «possibilità» che possa toccare proprio a lui.  Il titolo del libro è “Malapolvere – Una città si ribella ai «signori» dell’amianto”, l’ha scritto Silvana Mossano, di mestiere giornalista al quotidiano “La Stampa”, con un passato anche nella redazione di “La Vita Casalese”. Nelle pagine del volume scorre la cronaca rigorosa e fedele del disastro sociale ed ambientale dell’Eternit, oggi al centro di un processo in corso a Torino iniziato il 10 dicembre 2009 e destinato a “fare storia”. La prima parte è dedicata al racconto trent’anni di amianto nel racconto delle storie dolorose della gente di Casale, travolta dalla tempesta che si scatena quando arriva addosso «quella» diagnosi. La seconda parte del libro è riservata alle testimonianze, che riportano storie vere con un denominatore comune, che appartengono a donne malate o vedove, o figlie, o sorelle, tutte travolte, in qualche modo, dalla polvere. La terza parte è la cronaca di decenni di rapporto con la lavorazione dell’amianto, di sviluppo economico, di malattie professionali e delle battaglie nei luoghi in cui la produzione è stata più radicata. La conclusione è una lettera aperta ai «signori dell’amianto», una scommessa sulla speranza e la volontà di riscatto, con una richiesta precisa e determinata: contribuire alla scoperta di una cura che guarisca dai danni della «malapolvere». Il libro di Silvana Mossano sarà presentato alle ore 21 della sera del 10 dicembre, una data non casuale, ma simbolica: cade ad un anno esatto dall’inizio del processo dell’Eternit presso il Palazzo di Giustizia di Torino. Anche il luogo dell’incontro è simbolico: il Circolo Ricreativo Comunale Casalese, in via Visconti 2, che per i casalesi è l’ex  «Dopolavoro Eternit».  La serata sarà coordinata dal giornalista Emanuele Novazio de “La Stampa” con la presenza dell’attrice casalese Caterina Deregibus Ayelè che leggerà alcune pagine del volume. “Possiamo parlarne insieme, sarà davvero un’emozione incontrarci”, è l’invito di Silvana Mossano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *