Dedicato alle donne: se rinasco un’altra volta…

Ho cercato nell’erba un quadrifoglio, l’ho trovato e l’ho perduto.

Ho battuto i pugni nelle stanze dove “IL” vale più di “LA”, dove la cravatta conta più della gonna. Ho studiato di più, ho lavorato di più, ho camminato e ho corso di più per incidere il segno del mio esistere.

Ho accolto nel ventre una gemma, l’ho nutrita e coltivata, fino a schiuderne un fiore in un urlo.L’ho cullato il mio fiore, gli ho intonato ninnananne nelle infinite notti, ne ho cantata una per ogni stella che ho battezzato in cielo. Ho liberato il mio fiore e l’ho spiato da lontano perché la mia ombra non gli togliesse luce. Di nascosto, gli ho aperto varchi tra i rovi e l’ho soccorso sanguinante. E, più tardi, ho ammirato il fiore del mio fiore, e l’ho seguito adagio reggendomi al bastone.

Ho amato chi mi ha amato e chi mi ha tradito. Chi mi ha dimenticato e anche chi mi ha rinnegato. E ho perdonato. Ho pianto più per l’indifferenza che per il dolore, mi ha umiliato più l’ingiustizia “dopo” che la violenza “prima“.

Ho mentito per vivere, ho tradito per sopravvivere. Sono stata “lei” e sono stata “l’altra” e, disperata, ho trovato il fazzoletto di un’amica, per soffiarci il naso e inzupparlo di rimmel.

Ho caricato mille lavatrici, ho stirato centomila camicie, ho lucidato migliaia di piastrelle. Ho spadellato, ho bruciato cento torte, ho impastato acqua e farina perché le mie mani assicurassero il nutrimento.

Ho sorriso di fuori, ho cantato in play back, ho pregato e imprecato, ma non ho ceduto il mio onore.

Ho preso sogni a prestito, quando hanno rubato i miei.

Ho segnato le stagioni incidendo una ruga per ogni giorno. E ho camminato tanto che, adesso, sono stanca. E ho urlato tanto che, adesso, sono afona.

Basta.

Ho deciso che se nasco un’altra volta, … sì, se nasco un’altra volta …

è così che mi rivoglio.

Donna.

 

4 thoughts on “Dedicato alle donne: se rinasco un’altra volta…

  1. Che piacere avere scoperto questo blog, che continuerò a leggere anche quando, terminate le vacanze, sarò nuovamente “un po'” più lontana!
    Un caro saluto
    Chiara

  2. Cara Silvana,ti ho scoperta per caso mentre facevo delle ricerche su internet.
    Ho letto con molto piacere il tuo blog dedicato alle donne.
    Mi sono rivista,e mi sono commossa nel sapere che oltre oceano esista una donna guerriera come me.
    Io vivo a Dakar.
    un abbraccio
    Khadija Claire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *